Atlante

ATLANTE

Abbiamo tutti una carta del mondo e dunque un’Africa Regio, nella camera della mente, formata nei lunghi e inerti pomeriggi infantili, nelle nostre remote insonnie di adolescenti.
Per la mia generazione, ancora parzialmente sottratta al soffocante abbraccio catodico, la terra emergeva leggendaria, scaturita dalla potenza evocatrice di parole e figure.
Nel caso mio, poi, il segreto atlante interiore fu frutto di un’infanzia irretita dal fascino anacronistico delle fotografie sbiadite dell’Enciclopedia dei Fanciulli appartenuta a mia madre bambina, o dalle mirabili incisioni di Jules Verne o del Tour du Monde, nelle belle edizioni polverose ereditate dai nonni.

Eccovi il mio atlante personale di luoghi sognati e visitati, vissuti e fermati sulla carta. È affascinante, scorrendo lo sguardo sulla mappa del mondo (il vecchio soltanto, il nuovo non l'ho ancora scoperto), ripercorrere i luoghi della mia vita.